KickAssTorrents e The Pirate Bay sono soltanto due dei più importanti siti per la ricerca dei torrent. Ma come spesso accade, per i siti che infrangono la legge, pubblicando materiale protetto da copyright, avviene la chiusura. Una chiusura parziale e non totale, perchè è impossibile oscurare completamente l’accesso: gli operatori italiani, gli ISP (Internet Service Provider) ricevono il comando, da parte della Guardia di Finanza, di bloccare i suddetti siti. Ma i siti sono sempre attivi e raggiungibili da qualsiasi parte del mondo. Come fare per visitare KickAssTorrents e The Pirate Bay in Italia? I modi principali sono tre: potremo visitare i due siti tramite il nuovo IP, tramite Proxy oppure con gli open DNS. Approfondiamo gli ultimi due metodi.
Proxy. Esistono molti web proxy, che permettono all’utente di visualizzare un sito, nonostante sia stato bloccato. Questo perchè noi visiteremo indirettamente: noi non saremo direttamente collegati al sito web che vogliamo visitare, perchè il proxy farà da filtro. Un esempio? Il portale Anonymouse, raggiungibile a questo link.
DNS. Quando il blocco di un sito è relativo ad un solo paese, potremmo utilizzare i parametri di connessione DNS di un altro paese per scavalcare il blocco: basterà cambiare i dns (di default, vengono automaticamente caricati dall’ISP) con gli open dns. Basterà modificare i parametri della connessione dal pannello di controllo e dalle proprietà di connessione. Per prendere questi dns, basta visitare OpenDns, cliccando su questo link.

LEAVE A REPLY