Sergey Brin, co-fondatore di Google ed attuale CEO, lancia un allarme, attaccanto due dei suoi principali concorrenti, Apple e Facebook. Secondo Brin la libertà di internet è a forte rischio: le strategie che Apple e Facebook avrebbero portato negli ultimi anni, rischiano infatti bloccare l’evoluzione dei contenuti. Brin spiega che certe strategie sono state realizzate per ottenere un controllo pressochè totale della rete, e dunque dei tanti contenuti che circolano sul web. Una strategia che non piace al Ceo di Google, che indebolisce la libertà di internet e di tutti coloro che ne fanno parte. In particolare Facebook, negli ultimi mesi ha portato avanti una sorta di politica di censura dei contenuti, controllando la piattaforma con molta cura, ma nello stesso tempo impedendo agli sviluppatori di offrire ciò che producevano: Facebook ha preso il controllo dello sviluppo, imponendo agli sviluppatori di portare avanti prodotti e concetti che l’azienda riteneva opportuni. Ma non è tutto: Brin, dopo aver attaccato Apple e Facebook, concentra la sua attenzione sulla politica mondiale, dunque sui Governi. Proprio questi ultimi sono fra i principali promotori di azioni che mettono a repentaglio la libertà di internet: infatti sono sempre di più gli Stati che promuovono norme che possano controllare i contenuti sul web, mettendo dunque una censura, un freno, alla libertà di espressione sul web.

LEAVE A REPLY