Una ricercatrice dell’Università di Drexel, Ashley Podhradsky, ha parlato al magazine Kotaku. La ricercatrice si è concentrata sulle pecche della Xbox 360, la fortunatissima consolle Microsoft. Ebbene, secondo la Podhradsky, ci sarebbe un buco spaventoso nella sicurezza dell’hard disk della consolle Microsoft: infatti i dati personali che si inseriscono (il nome utente del profilo, le password, i dati della carta di credito, ecc.) non si possono cancellare. Ciò è dovuto ad un problema del disco rigido, che anche dopo una formattazione completa, non elimina questo tipo di dati. Dunque un hacker che si ritrova una Xbox 360 usata, sarebbe in grado di scoprire a chi è appartenuta, con la possibilità di rubare i dati del profilo Xbox Live, ma sopratutto i dati della carta di credito collegati allo stesso profilo. Considerato l’alto numero di consolle cosidette “ricondizionate”, ossia di seconda mano, c’è un forte rischio per tutti gli utenti che abbiano già venduto la propria consolle. Microsoft non ha voluto confermare la notizia, spiegando che verranno svolti dei test per scoprire se è una situazione possibile, ma è chiaro che l’allarme lanciato dalla ricercatrice dell’Università di Drexel, Ashley Podhradsky, desta non poca preoccupazione. Di sicuro, nelle prossime settimane potremo saperne di più, per capire fino a che punto le nostre consolle Xbox 360 sono vulnerabili.

LEAVE A REPLY