La sfida per il controllo della musica online si arricchisce di un nuovo prodotto: dopo iTunes di Apple ed il portale musicale di Amazon, nasce Google Music. Avevamo parlato già qualche mese fa di Google Music: era disponibile in versione beta e solo in alcuni paesi, adesso è disponibile nella versione definitiva solo per gli Stati Uniti. Gli iscritti al servizio potranno acquistare un brano da un minimo di 99 centesimi di dollaro fino ad 1.29 dollari, potranno scegliere se salvarli direttamente sul loro computer oppure lasciarli in rete, con la tecnologia cloud. Potremo scaricare un software per la sincronizzazione dei brani presenti sul nostro pc con quelli acquistati online. Google Music permetterà di scegliere in un vasto catalogo di 13 milioni di canzoni, fra i pezzi più importanti degli artisti delle principali etichette discografiche mondiali, come la Emi Records, Universal Music Group e Sony Entertainment, inoltre ci sarà spazio anche per le etichette indipendenti. “Google Music consente di scoprire, comprare e condividere musica in forme nuove, innovative e personalizzate”, spiega Jamie Rosenberg, direttore dei contenuti digitali di Google per Android. Infatti proprio Android permetterà di ascoltare in streaming o scaricare la musica anche sul nostro cellulare, tramite una app specifica. Inoltre ottime notizie per gli artisti giovani ed indipendenti: potranno caricare su Google Music le proprie opere, scegliendo un prezzo di vendita del singolo brano o dell’album, in piena autonomia dunque.
Il portale Google Music, raggiungibile da questo link, è però attivo solo negli Stati Uniti.

LEAVE A REPLY