Oggi parliamo di un social network che è caduto un po nel dimenticatoio per molti di voi: MySpace. Forse è stato il primo vero grande social network che ha permesso a tanti utenti di condividere pensieri, immagini, video e musica con tutto il mondo. Ed è stato anche un trampolino di lancio per molti gruppi, che tutt’ora restano molto legati a MySpace.
Anche gli artisti più grandi e famosi hanno proseguito la strada di MySpace che forse adesso è diventato più un Social Music Network, dove farsi ascoltare e farsi conoscere! Bene, oggi parliamo proprio dell’aspetto musicale di MySpace. Infatti il popolare network ha permesso a tutti gli utenti di poter creare una playlist di brani musicali ascoltabile da un player posto sul proprio profilo. Molti artisti mettono i loro brani più famosi, altri magari regalano qualche chicca, anticipazione sui prossimi brani in uscita. Sarebbe bello poter “prelevare” specie le anteprime o magari come capita dei brani eseguiti live. Esiste un programma, GrabThatFile, che ci permette di poter scaricare liberamente il file MP3 del nostro artista o gruppo preferito. Il programma, richiede prima il collegamento del vostro account di Facebook al sito del software, vi assegneranno un account e da quel momento sarete pronti a scaricare i file MP3 dai MySpace “musicali”.
Infatti basterà poi fare copia e incolla del link del MySpace del vostro artista preferito, e verrà fuori la lista delle sette tracce (il massimo inseribili) che il vostro artista ha caricato sul proprio MySpace, con la possibilità di scaricarle dal tasto Download presente accanto al titolo.

1 COMMENT

  1. epperò ad esempio è tornato anche Downlovers.it

    Da quello che ho capito, i file musicali non sono più nello scomodo formato .wma ma in mp3, c’è una buona scelta di programmi freeware per masterizzazione, archiviazione ed effetti vari e, soprattutto c’è Uplovers, per far conoscere cantanti e band emergenti.
    In pratica ti danno la possibilità di caricare brani sul sito e di farti conoscere dagli altri utenti o dagli addetti ai lavori.
    Il tutto è ancora gratis…cosa rara di questi tempi.
    Vediamo come se la cava.

LEAVE A REPLY