Tra le tante distro di Linux, una delle migliori, forse seconda solo ad Ubuntu, figura Debian Squeeze. E’ un sistema operativo per computer aperto e versatile, si basa su kernel Linux ed i programmi sono sempre sviluppati come Open Source. In questi giorni i fan di questo sistema operativo – gli utilizzatori di Linux sono in lento ma progressivo aumento – hanno avuto di che gioire: è uscita la patch per aggiornare per il nuovo kernel. 

Il nuovo kernel Linux è la versione 2.6.32, ed ora Debian, con la patch appena rilasciata, funziona bene con tale versione. La notizia risulta essere di rilievo poichè proprio nelle ultime ore Linux ha fatto sapere di non voler garantire più molto a lungo la compatibilità ed il supporto di versioni superate, ma di voler allargare piuttosto le possibilità su quelle in fase di sviluppo, questo affinchè ogni distribuzione funzioni bene e garantisca sempre ottimi rendimenti.

Certo, alcuni potranno considerarla come la fine delle distro “personali”, compilate autonomamente, ma probabilmente ciò andrà a vantaggio di tutti coloro che, magari solo con poca esperienza, usano Linux: il bacino di utenti può ampliarsi più facilmente.

Debian, con la patch di compatibilità, su nuovo kernel, risulta essere più veloce e per ora non si segnalano bug di rilievo. Attendiamo eventualmente pareri dagli utenti.

Per eseguire il download della patch è sufficiente recarsi sul sito ufficiale.

Si ringrazia Manuel per la segnalazione.

4 COMMENTS

  1. Scusa Davide, leggo ora la notizia. Non x criticare, ma:
    1) la attuale Debian è Lenny: Debian Squeeze uscirà se va bene per fine anno; a tutt’oggi è in stadio alfa, quindi sconsiglierei a tutti di usarla se non sapete esattamente cosa fate;
    2) “proprio nelle ultime ore Linux ha fatto sapere di non voler garantire più molto a lungo la compatibilità ed il supporto di versioni superate, ma di voler allargare piuttosto le possibilità su quelle in fase di sviluppo, questo affinchè ogni distribuzione funzioni bene e garantisca sempre ottimi rendimenti”. Se per Linx intendi Linus Torvalds, beh, non c’entra nulla con con il supporto ai kernel per Debian
    3) “alcuni potranno considerarla come la fine delle distro “personali”, compilate autonomamente”. L’open source si basa proprio sul fatto che chiunque può scaricarsi i sorgenti e compilarseli, quindi non c’è nessuna fine delle distro “personali”.
    4) “Per eseguire il download della patch è sufficiente recarsi sul sito ufficiale”. Su Debian (e derivate) per aggiornare il sistema con le nuove patch non si fa come su Windows dove occorre scaricare il file e poi installarlo ma si usa apt, un programma che da solo provvede a scaricare ed installare tutto
    4) se anche qualcuno volesse scaricarsi la patch a mano e poi installarla usando dpkg il pacchetto che avete linkato è quello di Sid e non di Squeeze, quindi (ammesso che si installi, cosa su cui nutro forti dubbi) succederebbe un bel casino, un po’ come se su Vista installassimo un kernel di Seven.
    Detto ciò, ti ringrazio per l’attenzione data a Squeeze. La sto testando da un’annetto e verrà veramente fuori una bella cosa, te l’assicuro!

  2. Certo che ci va un bel coraggio a dire che Debian è seconda solo a Ubuntu!!
    In realtà spero sappiate che Ubuntu è una ditribuzione orientata specialmente ai sistemi desktop e costruita proprio sulle fondamenta di Debian.
    Direi di più, Ubuntu può essere considerata è una distribuzione test utile al rilascio di Debian che ha altre regole di rilascio molto più restrittive che lo fanno a oggi il sistema operativo più stabile al mondo.
    Documentatevi prima di scrivere eresie.

    Arrivederci.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here