morph

L’altro giorno vi parlai di un brevetto che Nokia aveva portato avanti, vi ricordo che si sta cercando di far alimentari i cellulari con le normali bibite zuccherate, anzichè le normali batterie al Litio. Ovviamente Nokia non lavora e progetta su un solo campo, bensì porta in maniera parallela diversi progetti, oggi vi propongo uno davvero divertente e innovativo che probabilmente cambierà l’uso ed il significato di cellulare. Il primo sasso ero stato lanciato nel 2007 quando TaoMa aveva creato il primissimo cellulare braccialetto. Nokia non è stata a guardare e in collaborazione con l’università di Cambridge ha incominciato a lavorare sulla nanotecnologia, l’unica strada per riuscire a creare i cellulari flessibili, in gergo chiamati “Morph”.A distanza di due anni la casa finlandese riprende di nuovo lo stesso brevetto, sicura che con le nanotecnologie si potrà creare un cellulare totalmente flessibile, a mo di braccialetto, senza dimenticare che grazie a delle funzioni programmabili del display avremo una facilità nell’usare il dispositivo.

Mi spiego meglio, nel brevetto Nokia è previsto che se viene plasmato a forma di bicchiere, immediatamente il terminale ricercherà pub oppure bar nelle vicinanze, se invece abbiamo fame e vogliamo mangiare qualcosa basta piegare il cellulare a forma di scodella, e subito un ristorante verrà trovato. Se adorate il campeggio basta formare una classica tenda da campeggio. Ovviamente come detto prima, sarà davvero un’innovazione, che forse non immediatamente riuscirà ad entrare nella vita quotidiana di noi individui, è totalmente diverso dalla tecnologia touchscree, ma ovviamente resta una mia opinione. Aspetto commenti, sono curioso di capire se il brevetto vi alletta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here