iwork-com

La suite da ufficio di Apple si chiama iWork, forse non tutti lo sanno. Non è completa quanto Office per Windows ma comprende ottimi programmi che fanno bene il loro lavoro, secondo alcuni addirittura meglio dell’avversario di Microsoft (sicuramente le impostazioni grafiche sono migliori, in stile Apple). E costa anche molto poco: una copia di iWork ’09 costa 70€, niente in confronto agli spropositi di Office: Apple aveva capito che è meglio far pagare una quota non esagerata per evitare la pirateria, già non molto diffusa in ambienti Apple.

Ora pare che le intenzioni di Steve Jobs e del suo team siano quelle di portare iWork verso il Web 3.0: tutto si può fare online. Anche lavorare con documenti di scrittura, calcolo e presentazioni. L’idea iniziale sarebbe quindi di creare una versione da rendere disponibile online, da integrare in MobileMe, la suite di Apple che comprende Mail, iCal ed iPhoto disponibili online e sempre sincronizzati tra iPhone e Mac, dal costo di 79€ annui. E se tutto ciò si farà, cioè iWork avrà la corrispettiva versione online, sicuramente ottima e leggera, ma in grado di conservervare le qualità della versione offiline, se conosco Apple sufficientemente bene, MobileMe subirà solo un leggero aumento di costo oppure alcuna variazione. Immaginatevi Google Docs potenziato da Apple.

iWork.com è già disponibile online come luogo in cui depositare i propri documenti iWork, ma presto subirà modifiche. Non resta che attendere: le possibilità e le aspettative sono molte, sicuramente sarebbe una scelta che marcherebbe la tendenza di spostamento online che già contraddistingue Google Chrome OS e che ci porterà verso la prossima generazione del Web.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here