goo-gl

Tra Twitter e cellulari, ultimamente gli URL Shortners stanno andando forte. Tutto ebbe inizio col pioniere TinyURL, poi progressivamente sostituito col più performante Bit.ly, ma questi due sono solo i più famosi: ormai i gli accorciatori sono migliaia. Sostanzialmente hanno un ruolo molto semplice: accorciare un link molto lungo, fornendone uno nuovo estremamente breve, circa 25 caratteri, che può essere utile da dare agli amici, da usare in varie occasioni di necessità, come su Twitter, o più semplicemente per nascondere.

Da pochi giorni, due illustri siti hanno avviato i loro URL Shortners. Si tratta niente meno che Google e Facebook, ovvero le due società attualmente più ricche e quotate del Web. I nomi dei servizi sono Goo.gl e Fb.me, e per ora sono limitati a mansioni di secondo piano.

Non è infatti ancora possibile abbreviare i propri link con i suddetti servizi, e forse non lo sarà mai: per ora svolgono altri importanti compiti. L’abbreviatore di Google – Goo.gl – infatti per ora è utilizzato principalmente per abbreviare alcuni URL che concernono la Google Toolbar ed altri presenti su Feedburner.

Altro discorso per Fb.me, che viene utilizzato invece per abbreviare i link di Facebook Mobile – probabilmente presto prenderà anche il posto di m.facebook.com – e per i link personali: se provate a digitare http://fb.me/vostronickname, protrete raggiungere il vostro profilo. In questo modo potrete dare ai vostri amici link abbreviati al vostro profilo.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY