Obama contro Google Books

Amici di Wegeek, oggi pare che perfino a Google possa andare storto qualcosa: infatti, negli USA, il governo Obama ha avviato un indagine sull’accordo tra il colosso del web, vari editori e l’associazione degli scrittori, per capire se i piani di Google di mettere on-line e quindi alla portata di tutti milioni di libri non rappresenti una violazione del copyright.

L’indagine,avviata dal ministero della giustizia, è ancora nelle fasi iniziali, tuttavia il governo ha già ordinato la raccolta di materiale relativo all’accordo avvenuto un anno fa tra Google e il mondo editoriale. Il Wall Street Journal colloca questo fatto in uno scenario di prese di posizione della Casa Bianca mirate ad intensificare l‘attività antitrust; d’altronde dal 2004 Google ha cominciato a scannerizzare libri su larga scala e nel 2005 è stata denunciata dall’organizzazione degli autori. Lo scorso anno Google ha raggiunto un accordo con loro pagando 125 milioni di dollari per chiudere l’azione giudiziaria. E proprio su quest’accordo l’amministrazione Obama vuol far luce avviando le procedure CID (civil investigative demands).

Tuttavia Eric Schmidt, l’amministratore delegato di You Tube (gruppo Google) e consigliere del Presidente, ha dimostrato tranquillità di fronte all’iniziativa del governo, definendola un atto dovuto. Google deve difendersi anche dalle accuse provenienti dalla concorrenza, Microsoft prima di tutte, in quanto la società fondata da Bill Gates, che  è stata per lungo tempo al centro di indagini antitrust in Europa così come negli USA, sta ora spingendo gli organi di controllo a dare un occhiata anche al colosso della rete. Insomma davvero ore difficili quelle che Google sta attraversando e dalle quali uscirà con parecchi danni d’immagine.

Potete consultare Google Books (in italiano) da QUI.

LEAVE A REPLY